Attivato il Nucleo centrale di monitoraggio equo compenso, diventa operativo il Protocollo d’intesa con il Ministero della Giustizia

Passo dopo passo diventa sempre più concreta l’affermazione dell’equo compenso anche per gli Ingegneri. Ieri il Consiglio Nazionale Ingegneri (Circolare n. 504) ha dato notizia che il Ministero della Giustizia ha accettato la richiesta della Rete Professioni Tecniche RPT per l’istituzione del Nucleo centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso.

“La firma del Protocollo è un importante passo avanti – commenta il Presidente dell’Ordine Ingegneri Venezia ing. Mariano Carraro – poiché fa particolare riferimento sia alla committenza pubblica che a quella privata, inoltre, è stata ipotizzata la creazione di un’Autorità dotata di poteri sanzionatori e di indagine. Nel frattempo sono già stati previsti Nuclei territoriali di monitoraggio per acquisire convenzioni, bandi e ogni altro atto di interesse relativo all’equo compenso delle professioni tecniche per trasmetterlo al Nucleo centrale di monitoraggio con cadenza quadrimestrale”.

Qui abbiamo parlato dell’equo compenso tra i temi del 64° Congresso Nazionale, inteso come “obbligo di osservare le norme in materia di equo compenso, nei contratti di libera professione, deve essere esteso a tutti i committenti , anche a quelli privati. Deve essere vietata la procedura per il superamento dell’accettazione delle clausole vessatorie, che inficiano il richiamo di chiare e precise norme di legge”.

equo compenso rete professioni tecniche - Obiettivi 8 e 17 per-lo-sviluppo-sostenibile ordine ingegneri venezia veneto sostenibilePer quanto riguarda lo Sviluppo Sostenibile, il tema dell’equo compenso si inquadra nell’Obiettivo n. 8 che è finalizzato a promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena e produttiva occupazione e un lavoro dignitoso per tutti. Poi, considerata l’azione congiunta multidisciplinare messa in atto nella Rete Professioni Tecniche RPT, entra in gioco anche un altro Obiettivo. Si tratta del n. 17 circa i partenariati multi-stakeholder che mobilitano e condividono le conoscenze e le competenze.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...